22 gennaio 2000, Legofest III

Carlo Ottolina ha ospitato a Mariano Comense il 3° Legofest di ItLUG, caratterizzato dal tradizionale gioco/sfida robotico e dalla ormai altrettanto tradizionale abbuffata di dolci.

Da sinistra a destra nella foto, in piedi: Carlo Ottolina, Marco Beri, Giulio Ferrari, Bruno Grampa, Gabriele Bellumori, Paolo Masetti, Mario Ferrari; accosciati: Marco Berti, Giovanni Bedocchi, Ezio Maino e Guido Truffelli (cliccate sulla foto per ingrandirla). Era presente anche Monica Pirovano, che non compare nella foto perché l'ha scattata!

La sfida

La accesissima Gara di Dragster aveva un regolamento piuttosto complesso e articolato. Diciamo che, in estrema sintesi, il dragster doveva essere costruito utilizzando solo parti Lego (escluse le batterie), poteva montare 3 motori max, solo un sensore di luce, e doveva correre su una distanza di 5 metri delimitata da nastro isolante nero. Il limite principale, che ha reso interessante la gara, era che il dragster doveva arrestarsi entro 20cm dal traguardo pena l'annullamento della prova.

Nela foto sotto: Giovanni e Marco discutono alcune soluzioni software per migliorare la frenata. Monica (al centro della foto) sorride...



I concorrenti

Davanti: Carlo, Marco Beri, Gabriele, Bruno.
Dietro: Mario, Giovanni, Marco Berti.



Vista laterale



Vista posteriore

Classifica ufficiale

Concorrente
Tempo (secondi)
Marco Berti 3.05
Marco Beri 3.10
Carlo 3.12
Mario 3.38
Gabriele 4.20
Bruno 4.32
Giovanni 4.95


Considerazioni

Questa sfida, che inizialmente ci sembrava semplice, quasi banale, ha invece riservato qualche difficoltà a sorpresa, in particolare sulla frenata. Curioso il fatto che tutti i concorrenti, per vie indipendenti, siano pervenuti alle stesse soluzioni.
In primo luogo tutti hanno provato a mettere semplicemente in Off i motori dopo aver tagliato il traguardo, e constatato che lo spazio di frenata eccedeva molto abbondantemente i 20cm concessi dal regolamento.
Il secondo passo è stato quello di mettere i motori in Reverse per qualche istante, ma anche questo si è rivelato insufficiente.
Qualcuno a questo punto ha tentato sistemi meccanici di frenata attivati da un motore, ma ciò comportava comunque la rinuncia ad un motore per la propulsione e una conseguente perdita significativa di accelerazione e velocità.
La soluzione finale è stata l'anticipo della frenata. Ogni concorrente ha determinato il proprio tempo di percorrenza sui 5m del percorso, poi ha fatto iniziare la frenata poco prima che il veicolo raggiungesse il traguardo, quel tanto che bastava a rispettare il limite di 20cm di imposto dal regolamento.

Altri spunti interessanti sono venuti dal cronometraggio: il software dei veicoli, scritto in NQC, incorporava un sistema di cronometraggio al centesimo uguale per tutti i concorrenti. Dato che i timer incorporati dell'RCX hanno una risoluzione di un decimo di secondo soltanto, Antonio Ianiero ha avuto l'idea di utilizzarli tutti e quattro facendoli partire leggermente sfasati tramite la funzione Wait() (cha ha una risoluzione di un centesimo di secondo). Questo il codice:

void StartTimer()
{
  ClearTimer(0);
  Wait(2);
  ClearTimer(1);
  Wait(3);
  ClearTimer(2);
  Wait(3);
  ClearTimer(3);
}

void StopTimer()
{
  t0 = Timer(0);
  t1 = Timer(1);
  t2 = Timer(2);
  t3 = Timer(3);

  if( t1 < t0 )
    t = t0 * 10;
  else if( t2 < t0 )
    t = t0 * 10 + 2;
  else if( t3 < t0 )
    t = t0 * 10 + 5;
  else
    t = t0 * 10 + 8;
  AddToDatalog(t);
}

Anche a proposito di batterie abbiamo imparato molte cose. Il nostro massimo esperto Marco Berti non ha mancato di darci una piccola lezione pratica: il suo veicolo, vincitore della gara, montava un curioso assieme di 8 accumulatori NiCd da 1.2V che erogava un totale di 9.6V e molta più corrente delle volgari pile alcaline (v.foto sotto).




Dopo la gara

...il richiamo dei dolci!


Disclaimer
Questo è un sito web amatoriale senza scopi di lucro che non è sponsorizzato, sostenuto o autorizzato da The LEGO Company.
LEGO, LEGOLAND, LEGO SYSTEM, LEGO TECHNIC, LEGO FACTORY, DUPLO, LEGO PRIMO, LEGO MINDSTORMS, LEGO NXT sono marchi di proprietà di The LEGO Company.